giornaleconfidenziale

Quotidiano italiano

ITALIA

Renault con La ‘Nouvelle Vague’ punta all’innovazione della tecnologia automobilistica – Libero Quotidiano


Roma, 14 gen. (Adnkronos) – Sono stati svelate anche le strategie per i prossimi cinque anni dei brand Renault, Dacia e Alpine. Con Renaulution e la sua “Nouvelle Vague”, Renault entra in una nuova era e intende diventare un marchio sinonimo di tecnologia, servizi ed energia pulita. Renault intende diventare leader nella transizione energetica grazie alle soluzioni elettrificate e ad idrogeno offrendo la gamma di prodotti più sostenibile in Europa entro il 2025. Dal punto di vista tecnologico, Renault potrà contare sulla “Software Republic”, un ecosistema aperto dedicato a software, dati, cibersecurity e microelettronica. Questa entità fornirà servizi connessi alla gamma della Losanga.

La creazione di valore deriverà dal miglioramento della ripartizione del mix prodotto a vantaggio del segmento C, dallo sviluppo di tecnologie di punta e dalle nuove prospettive commerciali sul ciclo di vita dei veicoli. Entro il 2025 Renault lancerà 14 nuovi modelli in gamma, di cui sette saranno 100% elettrici e altrettanti posizionati nei segmenti C e D. L’obiettivo è ambizioso: fare in modo che questi segmenti superiori possano rappresentare il 45% delle vendite entro il 2025. Tutti i nuovi modelli della Marca saranno proposti in versione elettrica o ibrida.

A sostegno della strategia è stata presentata la Renault 5 Prototype, veicolo che intende dimostrare come Renault riuscirà a democratizzare i veicoli elettrici in Europa con un approccio moderno dell’auto popolare ed essenziale. Renault 5 Prototype è una city car compatta che proietta nel futuro una delle icone senza tempo di Renault (la R5), con un tocco di modernità al 100% elettrico. Gli elementi stilistici ispirati alla R5 originale, ma modernizzati, celano funzioni moderne: la presa d’aria del cofano nasconde lo sportellino di ricarica, nei fari posteriori sono integrati i deflettori aerodinamici mentre i fendinebbia presenti nei paraurti sono diventati luci diurne.

LASCIA UNA RISPOSTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *